Ibiza: diario di un viaggio

Ciao a tutti, da poco sono rientrata da un bellissimo viaggio relax ad Ibiza, si si ho detto relax!

Lo so sembra strano perché come si pensa ad Ibiza, la prima cosa che viene in mente è il divertimento e la vita notturna, ma in realtà questa speciale isola spagnola nasconde molto altro. Essendo maggio, la stagione non è ancora iniziata, le discoteche sono ancora chiuse (tranne il Pacha che è aperto quasi sempre) e in giro c’è molta calma nonostante la notevole affluenza di persone da tutto il mondo. Il clima ancora non proprio estivo permette di godere non solo di mare e della spiaggia, ma anche della bellezza degli scenari naturali, talvolta poco conosciuti e inesplorati dalla maggior parte dei turisti, attrazioni paesaggistiche e culturali, mercatini e tanto altro ancora.

Ibiza ha una lunga tradizione alle spalle, tanto per cominciare, per chi non lo sapesse dal 1999 è Patrimonio Mondiale dell’Umanità, e nel passato è stata dominata da Fenici, Cartaginesi, Vandali, Romani, Bizantini, Visigoti, musulmani e catalani per la sua posizione strategica e conserva ancora oggi, tracce evidenti della sua storia lontana e recente, con un clima multietnico in cui c’è insieme incontro, confronto, fusione e ricchezza. E’ per questo che la sua anima ha due facce così diverse ma non per questo contrapposte: le attrazioni notturne, da una parte, con tutte le discoteche e i locali della vita mondana; le attrazioni diurne, dall’altra, con tante attività possibili come la visita di riserve naturali, bagni in spiagge molto suggestive, trekking, immersioni e mercatini.

In questa prima parte, voglio raccontarvi delle due città principali Eivissa e Sant Antoni, e delle attrazioni più belle da visitare durante il soggiorno ad Ibiza:

Eivissa

eivissa1 Collage

E’ il capoluogo di Ibiza, chiamata anche dai suoi abitanti Vila, situata ad est, è stata dichiarata dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità, per la varietà culturale che da sempre l’ha caratterizzata nel corso della sua storia. Questa bellissima città storica arroccata è circondata da mura e stradine ripide che conducono alla sommità dove è possibile visitare siti archeologici e godere di una vista spettacolare. Mentre giù vicino al porto è possibile fare shopping fra i tantissimi negozi tipici e commerciali.

eiCollageeivCollagecaseCollageeiviCollageeeeCollageeivissCollageeivissa Collage

Sant Antoni

antoniCollage

E’ la città opposta ad Eivissa, dalla quale dista solo 13 km in macchina o in scooter. Considerata la zona più gettonata sia per le bellissime spiagge e il mare più cristallino dell’isola, che per la vita notturna, con il celebre Cafè del Mar o il Blue Marlin, anche se, secondo me se volete godere veramente della vità notturna dovete soggiornare a Playa D’en Bossa.

sant anantCollageanrtoCollage

Playa D’en Bossa

playa

E’ il centro della movida notturna, situato a pochi km da Eivissa e dall’aereoporto, questa zona è ricca di locali, negozi e discoteche, tra cui lo Space e l’Ushuaia, e prendendo la macchina si possono raggiungere facilmente anche il Pacha, il Privilege e l’Amnesia, dove si esibiscono i Dj più famosi del mondo. Uno dei locali più gettonati è il Bora Bora, dove si svolgono feste sulla spiaggia dal pomeriggio fino a tarda notte e dove potrete ammirare il bellissimi tramonto sorseggiando un buon mojito, classico o alla frutta.

discoCollageplaya-den-bossa-beach-3

Hippie Market

hippie mark Collage

E’ il celebre marcatino hippie che si svolge una volta a settimana a Punta Arabi, nonchè il più grande mercato dell’isola dopo quello di Es Canar, situato in un piccolo resort turistico sulla costa nord orientale dell’isola. Molto suggestivo da visitare e ideale per acquistare qualche regalo e souvenir originale.

hippiemarkCollagemarkCollagebobCollage

PH Claus Tee

Ricetta pancake light My Protein

Come vi avevo già raccontato, io senza colazione proprio non so stare e se durante la settimana mi limito a yogurt e frutta o cereali, la domenica mi coccolo con qualcosa di goloso, ovvero i muffin o i pancake proteici.

pancakesCollage

Perciò oggi vi dirò la ricetta per cucinare dei velocissimi pancake light da ricoprire con sciroppo d’acero, come il Canada ci insegna (io ne so qualcosa!) oppure con marmellata, burro d’arachidi ecc… Tutto questo grazie al mix già pronto di My Protein, che sta rendendo le mie colazioni veramente complete e più veloci.

syrup Collage

 

Il mix pronto per i pancake My Protein è un impasto ad alto contenuto proteico (61g su 100g di impasto) e basso indice glicemico, perfetto quindi per chi fa sport. Contiene 3 diversi tipi di proteine (proteine del siero di latte, proteine del latte e proteine dell’albume dell’uovo) e l’aggiunta di farina d’avena e trigliceridi a catena media assicurano un rilascio di energia costante ideale per affrontare la giornata e combattere il senso di fame tra un pasto l’altro.

Dosi per 2 pancake grandi:

-2 misurini grandi di mix pronto My Protein (circa 50g l’uno)
-100-150ml di acqua o di latte (quello che preferite di mucca, soia, capra, senza lattosio ecc…)

Procedimento:

come fareCollage

Prelevate dalla busta 2 misurini grandi di mix pronto e metteteli in una ciotola insieme a 100-150ml di acqua o di latte e mescolate.

pastella Collage

 

Scaldate un padella e aggiungete un filo di olio o una noce di burro, versate la pastella con un cucchiaio, come si fa normalmente per i pancake e cuocete da entrambi i lati. Mi raccomando prima di girare e cuocere l’altro lato assicuratevi che si formino delle bollicine sulla pastella. A questo punto, non vi resta che ricoprirli con del sciroppo d’acero e gustarli subito!

pancakeCollage

PH Claus Tee

Pronte per il mare, con la linea Coppertone

Ciao ragazze, come state? Se avete seguito un po’ le mie avventure su Instagram, sapete che sono appena rientrata in Italia, dopo una settimana di vacanza ad Ibiza.

Avevo proprio bisogno di fermarmi un po’ e rilassarmi al mare. E ad Ibiza il mare non manca per niente! Spiagge e calette da sogno, con acqua cristallina, circondate da un natura abbastanza selvaggia, tipica mediterranea e illuminate dal sole cocente.

E proprio perché li il sole picchia forte, con rischio di ustionare la pelle, che ho deciso di prevenire usando una crema protettiva per il viso, un olio abbronzante con fattore di protezione e un latte doposole per rinfrescare la pelle dopo la doccia, tutti firmati Coppertone, azienda leader del gruppo Bayer, che fornisce prodotti solari e protettivi, dermatologicamente testati, per migliorare la salute della pelle, anche dei bambini.

ccCollage

Olio abbronzante protettivo SPF10

Un olio ricco di carotene abbronzante, realizzato con una preziosa formula arricchita con burro di mango e uno speciale complesso ricavato dal frutto di mango, che protegge la pelle dai danni causati dai raggi UVA/UVB, e una formula idratante con vitamina E, che nutre la pelle e aiuta a prevenirne la disidratazione lasciandola luminosa e morbida.

coppet Collage

Crema solare viso SPF30

Una crema viso, dalla consistenza non grassa, che nutre e idrata la pelle, offrendo una confortevole sensazione dopo l’applicazione. La combinazione di filtri solari della più recente tecnologia (Tinosorb® M&S) fornisce una protezione ad ampio spettro dai raggi UVA e UVB, e aiuta a prevenire l’invecchiamento della pelle, mentre la combinazione di Vitamina E e di uno speciale estratto di foglie di olivo, aiuta a integrare gli antiossidanti naturali che possono esaurirsi nella pelle esposta al sole.

Doposole latte superidratante

doposole Collage

Applicato generosamente sulla pelle di viso e corpo dopo l’esposizione, idrata intensamente per 24 ore, mantenendo la pelle morbida e luminosa, con un piacevole “effetto seta”. Grazie a elementi lenitivi e nutritivi come Aloe Vera, Vitamina E, Acido Ialuronico e Omega 6, questo doposole in spray aiuta a rigenerare la pelle irritata dal sole.

 

 

Sneakers mania per l’estate 2016

Adoro le sneakers, le indosso quasi sempre, sono comode e pratiche per fare lunghe passeggiate, per fare sport o semplicemente per andare a fare shopping o nel tempo libero.

Per quest’estate 2016, sono tanti i modelli di tendenza, prevale il bianco, ma anche super colorati e con stampe davvero divertenti e femminili per essere indossate con maxi gonne, maxi abiti o mini dress, jumpsuit, jeans ecc, ecco i modelli più belli:

shoes Collage
In alto da sinistra: Silvian Heach, Golden Goose e Nike, al centro da sinistra: H&M, Topshop e New Balance, in basso da sinistra: Converse, Veja e Asics

Credits: waystostyle, siti ufficiali

“L’amore arriva sempre al momento sbagliato” di Brittainy C.Cherry

Ebbene si sono ufficialmente malata! Ahahahah Questa settimana ho acquistato tre nuovi libri.

Ho una scusante però, mi trovo in vacanza ad Ibiza e ho bisogno di un po’ di compagnia mentre sono sdraiata sul lettino a prendere il sole. Non starete mica rosicando vero? Ahahah 🙂

Comunque tornando a noi, oggi vi parlerò di uno dei tre libri: “L’amore arriva sempre al momento sbagliato” di Brittainy C.Cherry, un romanzo che mi ha sciolto completamente il cuore, un romanzo toccante che parla di due persone che hanno sofferto molto per la perdita di persone a loro care, ma che trovandosi hanno saputo colmare quel vuoto che li unisce. Non vi dico di più perché merita leggerlo…

81WUpbukTyL

La trama:

Ashlyn Jennings è una studentessa modello. Ama follemente leggere, soprattutto i drammi di Shakespeare, dentro i quali, spesso, cerca risposte alle domande che la vita le pone. E adesso di punti interrogativi ne ha molti, dato che ha appena perso sua sorella gemella e, come se non fosse abbastanza, sua madre è caduta in una grave depressione. Ashlyn deve andare a vivere con suo padre e la sua nuova famiglia nel Wisconsin. La devasta anche solo l’idea di trascorrere l’ultimo anno di scuola lontana dai compagni di classe, ma non può che fare le valigie. In viaggio verso la sua nuova casa incontra per caso Daniel Daniels, un uomo distrutto. Lui ha subìto due grandi perdite nella sua vita e sta cercando di rimettersi in sesto. Pensa a tutto meno che a trovare l’amore, ma l’incontro con Ashlyn è qualcosa che va oltre le semplici leggi della chimica. Entrambi cercano di dimenticare quello che hanno provato quel giorno, finché non si “scontrano” a scuola, dove essere allieva e professore non facilita affatto le cose…