La mia seconda volta a NYC: alcune dritte su dove alloggiare, come arrivare e cosa visitare

Se vi ricordate uno dei miei primi post qui sul blog, si parla del lontano 2014, raccontava la mia prima volta nella Grande Mela.

In questo post vi racconterò il mio secondo viaggio, e vi darò alcune dritte utili, su come arrivare, dove alloggiare, cosa fare e cosa visitare, secondo la mia esperienza.

Leggi tutto “La mia seconda volta a NYC: alcune dritte su dove alloggiare, come arrivare e cosa visitare”

Centro Vacanze Pra’ delle Torri, l'ideale per chi ama una vacanza in mezzo alla natura

La primavera sta per tornare, pronta a scacciare finalmente il freddo inverno e a donarci l’energia e la voglia di assaporare a pieno la bella stagione, magari programmando una vacanza al mare.Buzzoole
Che sia solo per un weekend o per un paio di settimane, se state cercando una vacanza attiva, riposante, divertente, stimolante e in mezzo alla natura più verde, allora non potete perdervi il Centro Vacanze Pra’ delle Torri, affacciato sul mare di Caorle caratteristico borgo marinaro nel Veneto e situato anche vicino alla splendida Venezia, la città delle meraviglie storiche, culturali ed enogastronomiche, tra calli, campi e palazzi d’epoca affacciati sul Canal Grande.
Ogni genere di comfort sarà a vostra disposizione, in questa meravigliosa struttura, disposta su una superficie di 120 ettari, a partire dalla scelta delle diverse tipologie di soggiorno: l’ospitalità raffinata dell’Hotel a 3 stelle, la privacy degli Apart Hotel, la comodità ed il lusso degli Apartment Comfort, la tranquillità e la praticità dei Bungalow e degli Chalet o la vita all’aria aperta nel Campeggio.
Non manca la possibilità di fare attività fisica e vivere all’aria aperta, utilizzare liberamente l’impianto sportivo composto da campi da calcio e calcetto, pallacanestro e pallavolo, campi da tennis, tiro con l’arco, tavoli da ping pong, una palestra e tanto altro ancora… Mentre un competente staff di animatori riempie le giornate degli ospiti, coinvolgendo grandi e piccini in corsi sportivi, tornei, balli e spettacoli. Per i più piccoli il mini club, per i ragazzi l’Activity Park, un centro d’incontro e divertimento composto da skatepark, un percorso per il parkour, una parete bouldering, 2 slackline e una gabbia per il panna football, mentre per gli adulti varie attività organizzate in vari punti del Centro Vacanze, che trovano conclusione la sera con gli spettacoli di ballo, cabaret e musical organizzati nel Teatro.

Centro-Vacanze-e-Golf-Pra-delle-Torri-10
Punto di forza del Centro Vacanze è il grande Parco Acquatico, affacciato direttamente sulla spiaggia e le tante piscine annesse, l’olimpionica, la semi-olimpionica e l’Isola dei Pirati per i bambini, riscaldate fino alla metà di maggio. Perciò se avete voglia di nuotare all’aria aperta in Primavera non avrete problemi al Centro Vacanze Prà delle Torri, che non a caso, ha ricevuto da Trip Advisor, il portale di recensioni n°1 al mondo, il Premio Travellers Choice 2017, che qualifica la struttura come 15° Hotel in tutta Italia ideale per le famiglie e diversi riconoscimenti a 5 stelle da ANWB e ADAC.
E visto che fra poco è Pasqua, prenotando fino al 31 maggio, la struttura offre ogni 5 notti, 1 notte gratis in villaggio, campeggio, hotel e aparthotel. Per saperne di più visitate il loro sito online.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=1qsK5dyS7d8&w=560&h=315]

Il mio viaggio in Scozia: alla ricerca di Outlander

Uno dei motivi per cui sono voluta andare in Scozia è la mia passione per saga di Outlander, da cui è stata fatta anche una serie tv andata in onda negli ultimi anni, e che racconta le avventure attraverso il tempo di Claire Randall. Se non la conoscete potete dare un sguardo QUI.

Io sono una di quelle che si è lasciata incantare dalla misteriosa e ammaliante saga e ho voluto essere trascinata nel mondo di Claire e Jamie, esplorando la terra che ha ispirato la scrittrice Diana Gabaldon e i produttori della serie TV. Sono tanti i luoghi dove si sono svolte le riprese, sparsi in tutta la Scozia, purtroppo sono riuscita a vederne molti pochi, un po’ per il problema che non abbiamo noleggiato un auto, e quindi è difficile e costoso cambiare mezzo di trasporto continuamente e poi mi sono imbattuta anche sul set delle riprese della stagione 3, che ha bloccato ogni mio tentativo di visitare uno dei luoghi principali, ovvero “Lallybroch” (Midhope Castle). Certo solo il pensiero che Sam era li mi ha resa felice lo stesso! 🙂

dounecollage

Uno dei luoghi che ho potuto visitare per bene è stato Doune Castle (Castle Leoch). Questa splendida fortezza medioevale vicino a Stirling è stata costruita alla fine del 14° secolo da Robert Stewart, duca di Albany. Si distingue in Outlander per il fittizio Castello di Leoch, residenza dello zio di Jamie, Colum Mackenzie e il suo clan.

Per arrivare al castello, se non avete l’auto, da Glasgow dovete prendere il treno da Queen Station per Stirling, da qui attraversate la strada e andate alla stazione dei bus, e prendete il bus per Doune. Fermatevi nel piccolo paesino e percorrete a piedi circa 200m prima di inoltrarvi nella piccola stradina per il castello. Per tornare indietro tornate alla stessa fermata del bus dove siete scesi all’andata. Attenzione controllate bene gli orari dei bus, ce ne sono uno ogni ora.

La scena in cui Claire viaggia nel tempo attraverso l’immaginario cerchio di pietre di Craigh na Dun, è una delle più importanti della serie tv Outlander. Le pietre sul set non erano reali, ma è possibile vedere il paesaggio che li circondava, se si va a Rannoch Moor.

Avventuratevi in un viaggio alla volta di Loch Ness e cercate di avvistare il leggendario e sfuggente mostro di Loch Ness, che nel romanzo è indicato come il cavallo d’acqua, mentre fate una crociera sulle tranquille acque del lago. In quest’area potete visitare il vicino paesino di Beauly, associato al clan Fraser of Lovat da cui discende Jamie. Qui è anche possibile visitare le tranquille rovine del monastero di Beauly, dove Claire incontra il veggente Maisri.

Il viaggio lungo il canale di Caledonia e il Great Glen Way verso Fort William è molto romantico e offre un magico insieme di foreste di pini originari della Caledonia, laghi luccicanti e incantevoli brughiere. Ammirateli passeggiando a piedi o a cavallo, come hanno fatto Claire e Jamie subito dopo le nozze, e godetevi la vista di paesaggi panoramici e fantastici animali selvatici lungo la strada.

Visitate le suggestive strade pavimentate con ciottoli e gli stretti vicoli del miglio reale nella città vecchia di Edimburgo, dove Claire e Jamie si riuniscono dopo 20 anni.

lallybroch

Per la casa natale di Jamie, anche nota nel libro con il nome di Broch Tuarach o Lallybroch, è stato utilizzato il Midhope Castle, una tower house scozzese del 16°, che si trova vicino South Queensferry, poco distante da Edimburgo. L’interno purtroppo non è accessibile, perciò non vi resta che ammirarla dall’esterno.

Ma non ci fermiamo qui, ci sono tanti altri posti dove è stata girata la serie tv, se siete curiose di scoprirli, cliccate QUI.

Il mio viaggio in Scozia: Glencoe, Highlands e Loch Ness

Se andate in Scozia, non potete perdervi di certo un bel giro nelle Highlands scozzesi, dove la natura più selvaggia domina su tutto, e se come me anche voi siete delle appassionate della serie Outlander sapete bene cosa intendo. 🙂

Non avendo preso un auto a noleggio, abbiamo deciso di prenotare un tour organizzato di un giorno, tramite l’hotel dove alloggiavamo che ci ha consigliato il Discover Scotland Tours. Un bel tour guidato, con partenza alle 8 di mattina da Glasgow centro e della durata di 12 ore circa. L’autista in divisa da vero scozzese con tanto di kilt, ci ha fatto anche da guida, grazie all’organizzazione di bus dotati di microfono.

casecollagecollcollagehigghg-collageracollagerannollageriver-collage

Non eravamo in tantissimi perciò è stato anche più rilassante, la prima tappa del nostro viaggio da Glasgow è stata Glencoe, una zona collinare delle Highlands scozzesi, caratterizzata da strette valli e foreste, dove pascolano pecore da lana e mucche, e da cui prende il nome la cittadina Glencoe & Dalness. Immersa in una natura selvaggia e scarsamente abitata (nonostante la presenza di diversi cottage), è stata teatro del massacro di Glencoe e, per la sua importanza nella storia locale e del Regno Unito, è stata utilizzata come location per alcune scene dei film Bravehart, Harry Potter e i Doni della Morte – Parte 1 e di Skyfall.

14733278_985583871587567_443515163551727616_n1muucollagesassecollage368156574-mucca-highlander-bovino-vitello-mandria-di-bovini-scozia

Dalla valle di Glencoe, siamo arrivati a Loch Lomond, il più grande lago della Gran Bretagna, che si trova nelle Lowlands, nella Scozia meridionale, e più precisamente tra le contee di Stirling, Argyll e Bute, e West Dunbartonshire. Abbiamo attraversato Fort William e Fort Augustus fino ad arrivare a Loch Ness. Volete sapere se ho visto il mostro Nessie? Ahahah no mi dispiace deludervi, ma quello che ho visto è un bellissimo lago d’acqua dolce delle Highlands scozzesi, situato a sud-ovest di Inverness. Un lago dalle acque profonde (la profondità massima è 230 m), che si estende per circa trentasette chilometri ed è il più largo specchio d’acqua di una valle conosciuta come Great Glen, che si estende da Inverness (a nord) fino a Fort William (a sud). Il canale di Caledonia, che collega il mare all’altro capo del Great Glen, sfrutta le acque del lago Ness.

lochness-collage

lake1collage20161013_135852aatlecollagesergcollage

Abbiamo preso il traghetto che ci ha fatto fare il giro del lago da un altra prospettiva, e da li abbiamo potuto osservare i resti del castello di Urquhart, proprietà oggi del Historic Scotland. Non si conosce con esattezza quando il castello fu edificato, ma documenti storici provano che la fortificazione esisteva già prima del XIII secolo. Per evitare che la costruzione entrasse nelle mani dei giacobiti questa fu fatta esplodere nel 1692.

Siamo passati da Inverness, la capitale delle Highlands, che purtroppo però non abbiamo potuto visitare più nello specifico, per poi scendere nel Perthshire, ufficialmente Contea di Perth, una ex contea scozzese, che si estende da Strathmore, ad est, al Passo di Drumochter a nord, Rannoch Moor e Ben Lui ad ovest e Aberfoyle a sud. Fu una contea vera e propria tra il 1890 e il 1930. Perthshire è nota come big county ed offre una gran varietà di paesaggi, dalle ampie valli, ricche per la loro agricoltura, ad est, alle montagne dell’ovest (Highlands meridionali). Qui ci siamo fermati per una sosta in un piccolo paesino, dove abbiamo potuto bere un buon caffè Segafredo. Abbiamo lasciato il Perthshire con direzione Glasgow, il nostro punto di ritorno.

Credits: ph Claudio Tee

 

 

 

Il mio viaggio in Scozia: seconda tappa Edimburgo

Non potevamo non visitare Edimburgo, la capitale della Scozia, che dista da Glasgow solo un ora di macchina. Noi l’abbiamo raggiunta con il bus, un mezzo di trasporto comodo e pratico per girare la Scozia, se non avete l’opportunità di noleggiare un auto (se potete comunque vi consiglio l’auto, sopratutto per i piccoli paesi vicini che sono difficili da raggiungere con i mezzi di trasporto, ve lo dico per esperienza!).

Edimburgo sorge su una serie di colline, e vanta di circa 2 milioni di turisti l’anno. Una città divisa in due, la parte storica insieme al castello situato su un cono vulcanico, dichiarato patrimonio dell’Unesco e la città nuova.

edimbcollagecastle-collagetop-collagescozia-collage

La Old Town conserva la sua struttura medievale nonché molti edifici risalenti all’epoca della Riforma Protestante che si affacciano sulla via principale detta Royal Mile. Questa è un lungo rettilineo di un miglio circa che collega il castello di Edimburgo, a ovest, con l’Holyrood Palace e l’omonima abbazia in rovina, a est, attraversando tutta la vecchia città che poggia su di una collina di origine vulcanica, originatasi durante l’ultima glaciazione. Il “Royal Mile” è in verità un insieme di quattro vie (Castlehill, Lawnmarket, High-street e Canongate) sulle quali si affacciano numerosi edifici pubblici di notevole interesse. La cattedrale di Sant’Egidio che è la principale chiesa della città, da molti chiamata erroneamente cattedrale, si trova lungo la High-street. Dietro questa chiesa si trova anche la casa del parlamento (Parliament House) che fu il palazzo del parlamento in cui l’assemblea scozzese si riunì fino al 1707 ed è ora l’edificio dell’alta corte del tribunale scozzese.

hambcollagewisk-collagenoicollagewiskcollage

Sempre lungo “il miglio reale” si trova la casa del XV secolo in cui abitò John Knox, il riformatore della chiesa scozzese. In fondo alla via Canongate (ultimo tratto della Royal mile partendo dal castello), in prossimità dell’Holyrood Palace, si trova anche il nuovo parlamento scozzese aperto nel 2004. Dal Royal Mile si dipartono a spina di pesce le vie secondarie che scendono dalla collina in varie direzioni, con ampie piazze, dove una volta si svolgevano i mercati, a circondare gli edifici pubblici principali e le chiese.

specchicollageelphcollagetelollage

Se andate ad Edimburgo fate un salto a vedere “the Elephant House” il cafè shop dove J.K Rowling ha iniziato a scrivere il primo libro della saga di Harry Potter e non perdetevi il whisky tour, dove potrete assaggiare il famoso liquore scozzese.

Credits: ph claudio tee