Il mio viaggio in Scozia: prima tappa Glasgow

Il 9 Ottobre siamo partiti alla volta della Scozia, direzione Glasgow dove abbiamo soggiornato per circa sette giorni. Era il mio sogno e finalmente sono riuscita a realizzarlo.

Come possiamo vedere dalle foto e dai documentari la Scozia è così come la immaginiamo, magica, verde, fredda e silenziosa, fino a che non arriviamo a Glasgow, una delle città più grandi, che invece risulta molto caotica, nonostante la tranquillità e felicità delle persone che la vivono. C’è un detto infatti della città che dice:“People Make Glasgow”.

glasgcollageglasgow-collagegeorge-collagepolciecollagechiesacollageautunnocollagenecropolicollagegiardinocollagescoiattoocollageuniversitacollageglascollageatrecollage

Una bellissima cittadina studentesca, lo sapevate che in Scozia le università sono gratuite? Non è tanto grande ed è facilmente girabile anche a piedi o con gli appositi mezzi, tutti ben funzionanti, puliti e puntuali. Non ci sono molte cose da vedere, però è molto bella da visitare e provare tutte le tradizione scozzesi, per esempio il tè delle 17, nelle Tee Room, ce ne sono diverse in città, il tour della Tennents se vi piace la birra, la sera nei pub a mangiare il tipico cibo scozzese, per i maschietti il tour nello stadio del Celtic o dei Rangers o addirittura provare l’esperienza dal vivo andando a vedere una partita il sabato pomeriggio, lo shopping nei tantissimi negozi, un giro ai grandi magazzini Frasers, un giro al giardino botanico, dove incontrerete dei simpatici scoiattoli che aspettano solo di poter magiare, un giro alla cattedrale e alla necropoli sulla collina dalla quale potrete osservare la città dall’altro, ascoltare il suono delle cornamuse suonato dagli artisti di strada o vedere qualche anziano signore con indosso ancora il tradizionale kilt scozzese.

tennet-collagebeer-collageteacollageteecollageteeroom-collagestadio1collagestadiocollagecelticcollage

L’unica pecca è la lingua parlata, un misto fra inglese con qualche parola scozzese e gaelica mixata, molto stretta che si capisce poco, ma la gentilezza delle persone lascia correre questo fatto. Sono troppo gentili, vi giuro che mi veniva voglia di abbracciarli! ahaha 🙂

Fonti foto: ph claudio tee

 

Cosa mettere in valigia per le vacanze?

State per partire per un lungo viaggio e non sapete cosa mettere in valigia? Ecco 5 consigli che fanno al caso vostro, per organizzare al meglio le vostre vacanze in pochissimo tempo:

1. Fate il conto dei giorni della vacanza

Non serve portare 1000 top e 1000 abitini e 1000 costumi da bagno, decidete un numero preciso per i look da giorno e da sera e imparate a farli ruotare mescolando gli accessori. Gli abiti lunghi risolvono l’outfit più di uno spezzato, e occupano meno spazio.

excess-baggage

2. Suddividete i capi

Suddividete a gruppi i capi giorno e sera sul letto: la visione generale vi aiuterà ad accorpare varianti extra di abbinamenti o eventuali scarti.

3. Usate delle shopping bag di cotone

Non c’è nulla di più affidabile di una shopping bag di cotone, anche quando preparate la valigia. Usatele per inserire i capi piegati piatti, per non sgualcirli durante il viaggio e per massimizzare lo spazio in valigia senza rovinare gli accessori.

selfplannedtrip-baggage

4. Riducete il volume degli accessori

So bene che vorreste portare tutte le scarpe e tutte le borse che avete nell’armadio, ma sapete benissimo che è impossibile! La regola è di optare per clutch o buste piatte e tracolle mini, mentre per le scarpe, scegliete tre modelli oltre a quelle da viaggio, due per la sera e uno per il giorno.

Fate anche un sacchettino con i bijoux, e inseriteli dentro a una delle clutch, in questo modo saranno al sicuro.

Annoyed Woman

5. Ritagliate un spazio per nuovi acquisti

Il vantaggio enorme di preparare un bagaglio calibrato e leggero è la possibilità di avere spazio in valigia per fare nuovi acquisti direttamente nel luogo di vacanza!

Che ne dite, è l’ora di partire?

Credits: selfplannedtrip.com, sandhillglobaladvisors.com, vietnamairlines.com

Ibiza: le spiagge più belle da visitare

Dopo avervi raccontato un po’ di Ibiza, delle città principali e delle attrazioni turistiche principali da non perdere, ecco il post completo delle spiagge più belle.

scooter Collage

Spiagge e calette da sogno, con acqua cristallina, circondate da un natura abbastanza selvaggia, tipica mediterranea e illuminate dal sole cocente, raggiungibili facilmente in macchina o ancora meglio in scooter, proprio come abbiamo fatto noi, il mezzo ideale da noleggiare per girare tutta l’isola. Ecco l’elenco completo:

Playa d’en Bossa

playa

La Spiaggia Playa d’en Bossa di Ibiza è situata a circa 2,5 chilometri da Ibiza, tra Punta de sa Mata ed es Viver. Si tratta di una bellissima spiaggia di fine sabbia chiara lunga circa 2700 metri, all’interno di una baia enorme, motivo per cui è anche sottoposto ai venti, che quando soffiano rendono la spiaggia ideale per gli amanti degli sport di vela. La spiaggia, essendo in zona urbana, è affincata da palazzi e grattacieli ed offre qualsiasi tipo di servizio turistico. Il mare è molto bello, azzurro e turchese, cristallino e trasparente, con fondali digradanti e sabbiosi, ideale per nuotare e fare il bagno.

playa den Collage

denbCollage
Costume da bagno H&M e fascia per capelli Zara

Ses Salines

saliny Collage.jpg

Una riserva naturale di oltre 14 mila ettari che si estende dal lembo meridionale di Ibiza fino alla parte settentrionale di Formentera. Il parco può essere visitato con passeggiate ed escursioni in bicicletta e offre una grande ricchezza di habitat terrestri e marini, con oltre 200 specie di volatili che scelgono questo luogo per la loro riproduzione. La parte settentrionale è solitamente frequentata dai nudisti.

sal Collagesalt Collage

ses salines Collage
Costume da bagno e capello BE dress Lucca

Ses Figuretes

figuretesCollage.jpg

Questa è una piccola spiaggia cittadina, a pochi km da Ibiza centro, un po’ più tranquilla rispetto alla molto più caotica Playa den bossa. Raggiungibile facilmente a piedi, per godersi della vista sul mare, passeggiare lungo il porto, aspettare il traghetto per Formentera o semplicemente per abbronzarsi, fare il bagno in mare o praticare sport come il paddleboard.

figurCollage

Cala Salada

calasalada Collage

La più bella spiaggia di Ibiza, Cala Salada, una piccola insenatura di sabbia a 15km circa da San Antonio, circondata da pini. L’acqua è molto chiara e ottima per nuotare, mentre sul promontorio roccioso a destra (dove si trova la torre in pietra) ci sono dei sentieri che portano alla zona dedicata ai naturalisti e nudisti. E’ frequentata dai residenti e da barche private.

salda Collage

Cala Comte

comt Collage

Cala Comte (conosciuta anche come Playa de Compte o semplicemente come Cala Conta) si trova a circa 13 km da Sant Antoni e a 10 km da Sant Josep. Formata, in realtà, da due spiagge, è una delle più famose di Ibiza, lunga circa 120 metri, ha ottenuto la bandiera blu e le sue acque tranquille sono caratterizzate da un colore che varia dal turchese al verde smeraldo, grazie all’alternarsi di fondali rocciosi e sabbiosi.

contaCollage

comteee Collage
T-shirt Bigodino.it, shorts H&M, borsa Yamamay Mare (modello dell’anno scorso) e occhiali da sole Ray-ban

Cala D’Hort

hortCollage

Cala D’Hort è una baia isolata sulla costa sud-ovest di Ibiza, protetta da rapide scogliere e raggiungibile solo attraverso un sentiero stretto e ripido. La vista mozzafiato del mare cristallino e di una minuscola isola chiamata Es Vedra, vale tutto il percorso tortuoso in auto.

d'hortCollage

Cala Vadella

vadella Collage

Il piccolo borgo turistico e la spiaggia di Cala Vadella si trovano lungo la costa sud occidentale dell’isola, all’interno di una baia pittoresca e protetta tra Cala Moli e Cala Carbo a 10 minuti di auto da Sant Josep e a 22 chilometri dalla città di Eivissa. Lunga 300 metri e larga 40, la spiaggia di sabbia bianca finissima, dalla forma di una mezzaluna, si trova all’interno di una baia chiusa e protetta dalle correnti. Popolare tra le famiglie e le coppie, Cala Vadella offre la possibilità di praticare numerosi sport acquatici. Sul lato sinistro della spiaggia si aprono diverse piccole grotte ideali per gli appassionati di snorkeling.

tardiaCollage

hm Collage
Costume da bagno H&M e capello #Maisenza by BE dress

Cala Tarida

taCollage

La spiaggia di Cala Tarida dista a circa 19 km da Ibiza e a 6 km da Sant Josep, raggiungibile facilmente dalla strada principale sia in auto che in bicicletta, o in autobus, questa cala presenta una morfologia molto chiusa, alternando zone di sabbia bianca molto fine con piattaforme rocciose e isolotti che le conferiscono un aspetto particolare. Si tratta di una spiaggia ben attrezzata, dove troverete perfino negozi e qualche servizio alberghiero, specialmente indicato a famiglie e giovani.

calaCollagetar CollagetttCollage

PH Claus Tee

Ibiza: diario di un viaggio

Ciao a tutti, da poco sono rientrata da un bellissimo viaggio relax ad Ibiza, si si ho detto relax!

Lo so sembra strano perché come si pensa ad Ibiza, la prima cosa che viene in mente è il divertimento e la vita notturna, ma in realtà questa speciale isola spagnola nasconde molto altro. Essendo maggio, la stagione non è ancora iniziata, le discoteche sono ancora chiuse (tranne il Pacha che è aperto quasi sempre) e in giro c’è molta calma nonostante la notevole affluenza di persone da tutto il mondo. Il clima ancora non proprio estivo permette di godere non solo di mare e della spiaggia, ma anche della bellezza degli scenari naturali, talvolta poco conosciuti e inesplorati dalla maggior parte dei turisti, attrazioni paesaggistiche e culturali, mercatini e tanto altro ancora.

Ibiza ha una lunga tradizione alle spalle, tanto per cominciare, per chi non lo sapesse dal 1999 è Patrimonio Mondiale dell’Umanità, e nel passato è stata dominata da Fenici, Cartaginesi, Vandali, Romani, Bizantini, Visigoti, musulmani e catalani per la sua posizione strategica e conserva ancora oggi, tracce evidenti della sua storia lontana e recente, con un clima multietnico in cui c’è insieme incontro, confronto, fusione e ricchezza. E’ per questo che la sua anima ha due facce così diverse ma non per questo contrapposte: le attrazioni notturne, da una parte, con tutte le discoteche e i locali della vita mondana; le attrazioni diurne, dall’altra, con tante attività possibili come la visita di riserve naturali, bagni in spiagge molto suggestive, trekking, immersioni e mercatini.

In questa prima parte, voglio raccontarvi delle due città principali Eivissa e Sant Antoni, e delle attrazioni più belle da visitare durante il soggiorno ad Ibiza:

Eivissa

eivissa1 Collage

E’ il capoluogo di Ibiza, chiamata anche dai suoi abitanti Vila, situata ad est, è stata dichiarata dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità, per la varietà culturale che da sempre l’ha caratterizzata nel corso della sua storia. Questa bellissima città storica arroccata è circondata da mura e stradine ripide che conducono alla sommità dove è possibile visitare siti archeologici e godere di una vista spettacolare. Mentre giù vicino al porto è possibile fare shopping fra i tantissimi negozi tipici e commerciali.

eiCollageeivCollagecaseCollageeiviCollageeeeCollageeivissCollageeivissa Collage

Sant Antoni

antoniCollage

E’ la città opposta ad Eivissa, dalla quale dista solo 13 km in macchina o in scooter. Considerata la zona più gettonata sia per le bellissime spiagge e il mare più cristallino dell’isola, che per la vita notturna, con il celebre Cafè del Mar o il Blue Marlin, anche se, secondo me se volete godere veramente della vità notturna dovete soggiornare a Playa D’en Bossa.

sant anantCollageanrtoCollage

Playa D’en Bossa

playa

E’ il centro della movida notturna, situato a pochi km da Eivissa e dall’aereoporto, questa zona è ricca di locali, negozi e discoteche, tra cui lo Space e l’Ushuaia, e prendendo la macchina si possono raggiungere facilmente anche il Pacha, il Privilege e l’Amnesia, dove si esibiscono i Dj più famosi del mondo. Uno dei locali più gettonati è il Bora Bora, dove si svolgono feste sulla spiaggia dal pomeriggio fino a tarda notte e dove potrete ammirare il bellissimi tramonto sorseggiando un buon mojito, classico o alla frutta.

discoCollageplaya-den-bossa-beach-3

Hippie Market

hippie mark Collage

E’ il celebre marcatino hippie che si svolge una volta a settimana a Punta Arabi, nonchè il più grande mercato dell’isola dopo quello di Es Canar, situato in un piccolo resort turistico sulla costa nord orientale dell’isola. Molto suggestivo da visitare e ideale per acquistare qualche regalo e souvenir originale.

hippiemarkCollagemarkCollagebobCollage

PH Claus Tee

Un giro per Milano

Dopo aver recensito in modo al quanto negativo la mia esperienza all’Expo 2015, Milano non mi è rimasta indifferente anzi, per me è sempre un piacere visitarla.

Abbiamo soggiornato una notte in un hotel davvero molto carino sui Navigli, Navigliotel19, che nasce dalla ristrutturazione di una palazzina della vecchia Milano, li abbiamo trovato una accoglienza impeccabile e una pulizia rigorosa. Piccolo con poche camere, se non sbaglio sono solo 3 più una suite, tutte dotate di bagno privato con tutti i confort possibili, letto con materasso e cuscini Memory, bollitore, tv color LCD con canali SKY e internet WiFi gratuito. La colazione era compresa e molto abbondante con dolci fatti in casa, biscotti, brioche ecc e la signora che ci ha preparato il cappuccino proprio come se fossimo al bar. Sicuramente la prossima volta che torneremo a Milano alloggeremo di nuovo li.

20151007_201608 img (1)

La serata Milanese l’abbiamo passata prima a cena nei dintorni dell’hotel, al ristorante Certe Notti, dove abbiamo mangiato gnocchi fritti con salumi e formaggi tipici con marmellate di stagione e miele naturale, dei primi a scelta e burger di Black Angus americano accompagnato da patatine (chips) fritte. Li abbiamo avuto il piacere di incontrare il cantante rap Marracash, che abita nella zona ed è solito cenare li. Dopo ci siamo concessi una bella passeggiata lungo Navigli, un zona molto carina da visitare anche di sera, ci sono pub, bar a tanti ristoranti aperti.

20151007_213946 20151007_221935

Siamo arrivati in centro nella prima mattinata con il tram che da Navigli dista solo 13 fermate al Duomo di Milano. Il Duomo di mattina, ma come tutta Milano, fa un altro effetto, c’è pochissima gente in giro. Ne abbiamo approfittato per fare un giro all’interno della Galleria e montare in cima al Duomo godendoci la vista dall’alto della città ancora leggermente oscurata dalla nebbia. Dopo aver girato per ore e ore fra i negozi, ci siamo concessi il pranzo con un panino al volo, in un piccolo bistrot all’ultimo piano della Rinascente. Abbiamo saluto Milano a metà pomeriggio per rimontare i macchina e prendere l’autostrada direzione Lucca.

DSC_7401 DSC_7407 DSC_7404 DSC_7410 DSC_7412 DSC_7415