Forte in Fashion, grande successo per la sfilata all'Argentario

Porto Ercole, Monte Argentario – Sabato 26 agosto, nell’incantevole cornice di Forte Stella, fortificazione spagnola del Cinquecento che domina il mare da un’altura nei pressi di Porto Ercole, si è svolta con grande successo la sfilata conclusiva della seconda edizione di Forte in Fashion, manifestazione di moda organizzata da StyleBook (www.stylebook.it) con il contributo della Pro Loco di Porto Ercole e il patrocinio del Comune di Monte Argentario.

La terrazza della fortezza, con una spettacolare veduta panoramica della costa dell’Argentario, ha ospitato la sfilata di cinque giovani fashion designer, tutte donne, scelte dalla direttrice di StyleBook Federica Bernardini: in passerella hanno sfilato le creazioni di Vanessa Foglia (Abitart), Hilda Falati, Barbara Iacobucci, Pinda Kida e Raffaella La Rocca.

Quest’anno, oltre al fashion design, Forte in Fashion ha dato spazio anche alla fotografia di moda. Gli ospiti della serata, accolti con un drink di benvenuto offerto da Banfi, sponsor della manifestazione e punto di riferimento per chiunque al mondo si occupi di produzione vitivinicola, hanno potuto visitare la mostra collettiva di venti giovani autori dell’ISFCI, l’Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione Integrata di Roma.

Tra i partner della manifestazione l’associazione NIBI (Neri Italiani-Black Italians) che ha presentato la stilista Pinda Kida, originaria del Mali, facendo della sfilata non solo un momento glamour ma anche un’occasione per affrontare tematiche sociali come l’integrazione e il multiculturalismo.

Grandissimo l’interesse che Forte in Fashion ha suscitato sui social network, con venticinque fashion blogger che hanno partecipato come media partner seguendo tutte le fasi della manifestazione e migliaia di spettatori che hanno assistito alla sfilata conclusiva trasmessa in diretta su Facebook.

ForteinFashion2017_cover-post_Q_700

La manifestazione Forte in Fashion è ormai un appuntamento fisso dell’estate portercolese, con il duplice scopo di incrementare l’offerta di intrattenimento artistico di alto livello per il turismo dell’Argentario e al tempo stesso di fornire ai giovani talenti della moda una grande opportunità di visibilità e di crescita professionale.

Vediamo allora qualcosa di più sulle cinque stiliste presentate al pubblico quest’anno. Due di loro, Hilda Falati e Pinda Kida, hanno già sfilato per StyleBook negli anni passati mentre le altre, Vanessa Foglia, Barbara Iacobucci e Raffaella La Rocca, sono new entry della scuderia del social network della moda.

Vanessa Foglia (Abitart) – Da sempre lo stile di Vanessa Foglia si distingue per un complesso uso della geometria dei tessuti, da una scelta armonica dei colori e dalla cura del dettaglio. Per questa occasione la stilista ha presentato alcuni abiti della collezione Sinestesia, estrapolati dalla Linea Poesia e dalla Linea Quadro: la prima è realizzata in georgette floreale giallo e crepe fantasia, con piccoli inserti, micro pois e righe lurex che completano ed impreziosiscono i capi. La linea Quadro, invece, è realizzata in creponne floreale su base bianca e tessuto in raso lucido caratterizzato dal simbolo del sole, con disegni realizzati su tessuti dipinti direttamente dalla stilista.

Hilda Falati – Stilista rumena dal cuore italiano, Hilda ha lanciato il suo brand Hilda Falati Couture nella primavera del 2016 e, in occasione di Forte in Fashion, ha portato in passerella una selezione di abiti ispirati all’amore: l’amore per il proprio lavoro, per la vita, per le persone care. Un omaggio al sentimento più nobile di tutti che prende forma attraverso abiti dall’allure chic e raffinata com’è nello stile della designer, caratterizzati da un mix di tessuti contrastanti, come simbolo delle diverse sfumature dell’amore: jacquard e cady, seta e velluto, ma anche broccato e metallo rappresentano così le diverse anime di un sentimento universale.

Barbara Iacobucci – Da sempre affascinata dal racconto insito in ogni capo, per la sfilata Forte in Fashion Barbara Iacobucci ha scelto di narrare uno speciale racconto-collezione ispirato a Frida Kahlo. Attraverso il racconto visivo dei capi e dei tessuti, narra le emozioni che i quadri della famosa pittrice le hanno trasmesso. Gli abiti della collezione sono caratterizzati da disegni dipinti a mano e da ricami che richiamano i colori dell’artista: tessuti come seta, raso, organza, pizzo e chiffon danno vita a forme, tagli e volumisobri e lineari, perfetti per ogni occasione.

Pinda Kida – Stilista maliana, Pinda da sempre basa la sua creatività sulla contaminazione dei colori della sua Africa, con tagli e stili occidentali, ma utilizzando tessuti rigorosamente etnici e super leggeri come il Bagolan – dalla trama di cotone – e il Basiae, caratteristico per il suo colore rosso intenso. Per la sfilata Forte in Fashion, Pinda ha presentato la sua Woman Collection dedicata a tutte le donne che vogliono sentirsi uniche, solari e sofisticate: una selezione di abiti caratterizzata da tanto colore e da un’anima cosmopolita che dimostra come la tradizione del Mali non sia soltanto folklore, ma moda integrata e condivisibile.

Raffaella La Rocca – Raffaella La Rocca nasce respirando la magica aria delgolfo di Napoli e per questo ama definirsi “la stilista del Vesuvio”: in occasione della sfilata Forte in Fashion ha presentato la sua collezione di abiti d’alta moda dall’evocativo nome “Explosion”. Si tratta di abiti sensuali, dalla linea minimalista, ma di gran carattere. Tessuti pregiati come sete, organza, duchesse, ecopelle e suggestivi stampati si fondono con ricami di materie plastiche tagliati a laser. Piume, cristalli, paillettes e rouches impreziosiscono il tutto, alternandosi attraverso una varietà di colori ispirati alla sua terra.

ForteinFashion2017_cover-post_FB_NoTxt_1200

FORTE IN FASHION – Forte Stella, Porto Ercole – 26 agosto 2017
Organizzazione: StyleBook (www.stylebook.it) / Pro Loco Porto Ercole
Patrocinio: Comune di Monte Argentario
Direzione artistica e regia: Federica Bernardini
Ufficio stampa e comunicazione: David Cirese/Carlo Max
Assistenti alla regia: Raffaele Stoico, Luca Micheluccini
Assistente alla comunicazione: Claudia Giordano
Make-up director: Anastasia Arena
Contributi audio/video: Visual Frequency Lab
Fotografie: Andrea Sinibaldi

"Black Jack: il gioco del perdono" di Antonella Maggio

Ci sono dai romanzi che appena inizio a leggere mi colpiscono in tal modo che non riesco a farmarmi, mi fanno ridere mi immedesimo nelle protagoniste e sogno con loro, poi ci sono quelli che invece a metà libro smetto di leggerli perché sono lenti o la storia non è come mi aspettavo e infine ci sono quei romanzi così belli e scritti bene che mi fanno versare lacrime di gioia dall’inizio alla fine. Leggi tutto “"Black Jack: il gioco del perdono" di Antonella Maggio”

Antea Onlus, da 30 anni al servizio dei pazienti in fase avanzata di malattia.

“Solo una forte dose di ingratitudine può non fare apprezzare il lavoro e l’amore che tutti indistintamente dedicano agli ospiti”, “Grazie da parte mia e di chi lì dentro vive ciò che fuori sarebbe solo sofferenza, siete grandi e vi ringrazierò sempre”, questi sono solo alcuni dei tanti commenti positivi attribuiti ad Antea, un associazione Onlus che da 30 anni a Roma, attraverso l’assistenza medico-infermieristica, ma anche supporto psicologico, riabilitativo, sociale, spirituale e legale, è al servizio dei malati terminali e delle loro famiglie, al fine di garantire loro la migliore qualità di vita possibile. Buzzoole

Formazione e umanizzazione sono i punti forti, che permettono ad Antea Onlus, di assistere ogni giorno gratuitamente, grazie anche alle donazioni del 5×1000 facilmente effettuabili con il codice fiscale di ANTEA: 97055570580, i pazienti nelle proprie abitazioni e i pazienti più fragili, le cui problematiche sociali ed abitative sono tali da rendere impossibile l’assistenza a domicilio, presso l’hospice Antea, una struttura di 3200 metri quadrati immersa nel verde del parco di Santa Maria Della Pietà, completamente ristrutturata per renderla il più lontana possibile dall’idea di ospedale. L’Hospital è dotato di 25 stanze singole fornite di ogni comfort, per poter ospitare il paziente, ma anche la sua famiglia. Ci sono zone comuni al primo piano, sale in cui le famiglie e i pazienti possono pranzare insieme, possono guardare la televisione e vivere una giornata come se fossero ancora nel salotto della loro casa. Mentre all’ingresso si trova un albero in legno costruito e donato da un famigliare di un paziente, colmo di biglietti che riportano i pensieri e le speranze di tutti coloro che frequentano la struttura.

Antea1

Antea garantisce un’assistenza 24 ore su 24 fornita da un’équipe altamente qualificata, che non veste i panni ospedalieri, ma semplici casacche colorate, composta da 15 medici, 28 infermieri, 14 operatori socio sanitari, 2 ausiliari, 2 psicologi, 1 assistente sociale, 3 fisioterapisti, 1 assistente spirituale, 2 terapisti occupazionali e 123 volontari affiancati da 20 risorse amministrative e di magazzino.

Antea2

Oltre all’attività assistenziale a domicilio e in hospice, Antea è impegnata in una molteplice gamma di attività, iniziative e progetti: laboratori di pittura, orto, pomeriggi cinematografici e musicali, e mattinate gastronomiche per i pazienti. Ma anche nella creazione di una rete nazionale di esperti in Cure Palliative con l’obiettivo di confrontarsi su tematiche cliniche importanti relative alla gestione dei pazienti realizzando progetti per migliorare l’assistenza e la qualità di vita delle persone. Uno dei tanti obiettivi che Antea si pone è quello di affinare e migliorare le evidenze scientifiche relative a gestione e prevenzione dei sintomi correlati alle malattie in fase avanzata.
Dal 2003 ha istituito il Premio Ali di Antea, un riconoscimento per coloro che hanno condiviso in modo particolare il cammino dell’Associazione. L’edizione 2015/2016, svoltasi presso l’Oratorio del Gonfalone (Roma), ha visto premiati il Dott. Massimo Scaccabarozzi, il Dott. Francesco Petitto e la Sig.ra Antonella Montaperto Danese.

Antea3

Antea Onlus è vicina alla famiglia fino alla fine. Nella struttura sono infatti presenti anche le camere mortuarie, sempre nel rispetto dell’umanità del paziente e di chi lo circonda.

Come vendere o comprare oro in modo sicuro con Metalli Preziosi

Il mercato dell’oro e dell’argento, negli ultimi anni ha avuto una notevole crescita; nel caso dei metalli preziosi si tratta di beni considerati sicuri, su cui investire è sempre redditizio, perché non perdono di valore nel tempo.Buzzoole

Se s’intende vendere il proprio oro, in qualunque forma lo si possieda, gioielli o monete, per realizzare i propri sogni o rimediare ad un’urgenza economica, lo si può fare in tutta sicurezza affidandosi a negozi specializzati nell’acquisto di oggetti preziosi; in questo modo si avrà la possibilità di accedere ad una liquidità immediata.
Mi sento di consigliarvi un’attività fra tutte: Metalli Preziosi, una gioielleria di Scandicci, vicino Firenze, specializzata in compravendita di metalli preziosi.

draft_58bedf91728b6637068b4576_5874b5bbccb61d2b718b4567_0

Metalli Preziosi viene incontro anche alle esigenze di chi ha risparmi e non sa come investirli, oppure di chi, in occasione di un evento speciale, ha intenzione di investire in un regalo prezioso. Molto spesso capita che ci si focalizzi su gioielli realizzati con leghe meno pregiate o comunque con metalli non preziosi, solo perché condizionati dal nome del brand o dalla moda del momento. Bisognerebbe più spesso, invece, tenere presente che investire in oro o argento è molto più vantaggioso e non s’incorre nella svalutazione, nel tempo, del gioiello stesso.

La gioielleria fiorentina è famosa per i suoi prezzi concorrenziali su tutti i gioielli in oro, argento e pietre preziose e per la trasparenza e la serietà con cui conduce l’attività di compro oro: i proprietari garantiscono alla clientela valutazioni dei preziosi con le migliori quotazioni di mercato, con l’ausilio di una strumentazione controllata e a norma di legge.
Offrono inoltre, ai propri clienti che intendono acquistare, la possibilità di personalizzare i propri gioielli a prezzi di laboratorio.

Sul nuovo sito potrete comodamente valutare online i vostri metalli preziosi e scoprire quanto realmente potreste guadagnare vendendoli.