“Ti amo ma non posso” di Cecile Bertod

Grazie ad Amazon anche io faccio parte di quelle che leggono “alcuni” libri con l’ebook kindle, è comodo, posso portarlo ovunque e mi permette di risparmiare qualche soldo, ultimamente ho rischiato di svuotare il mio conto in banca ahahahahaha 🙂

Scherzi a parte però non è un libro e questo ancora mi destabilizza molto, perché io amo sfogliare le pagine e odorarne il loro profumo. Ma siccome sono una che legge dai 2-3 libri alla settimana, ho deciso di leggere i romanzi che io nomino “tutti uguali” ovvero la storia è sempre la stessa e sai già cosa ti aspetta con il kindle giusto per placare la mia voglia di leggere, mentre i “romanzi romanzi”, quelli che ti lasciano a bocca aperta e che non vorresti finissero mai, ho deciso di comprarli in libreria e collezionarli, come ad esempio i libri di Anna Premoli che amo moltissimo o quelli di Cecile Bertod.

ti-amo-ma-non-posso_8402_x1000

Ed è proprio dell’ultimo romanzo di quest’ultima che oggi vi voglio raccontare. Cecile ha uno stile impeccabile e un esilarante senso dell’umorismo che trasmette anche ai suoi personaggi, come Sam la protagonista di “Ti amo ma non posso”, una ragazza tutta curve, ironica e con la battuta sempre pronta, che si ritrova catapultata in un’avventura del tutto inaspettata. Vi lascio alla trama:

Sam lavora da quattro anni al «Chronicle» e, dal primo momento in cui l’ha incontrato, è segretamente innamorata di Dave, il vicedirettore del giornale. Nonostante faccia qualsiasi cosa per essere notata, non sembra avere speranze: è timida, insicura e un po’ troppo in carne, mentre Dave ama il lusso, le modelle e ai sentimenti preferisce i flirt di una sera. Quando lo vede in TV accanto a una donna bellissima, Sam si rende conto che non può continuare a sprecare il proprio tempo dietro a un sogno irrealizzabile. Basta con Dave! Durante la settimana della moda di San Francisco, che vede Dave e Sam presenti per lavoro, il bel giornalista scopre però una ragazza che non sospettava esistesse: Sam è molto di più della schiva e silenziosa redattrice sempre infagottata nella sua felpa di pile. Ma anche per lei quei giorni saranno decisivi. Forse ha più d’un motivo per credere in se stessa. E forse c’è qualcuno che, molto prima di Dave, se n’era già accorto…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...